How-To: Rescue dried-out gel liner

Who’s into gel liners knows the delight that comes from opening a new jar and how painful working with a dry product can be. And everyone will eventually experience the dryness, ‘cause every gel liner will sooner dry: for as careful as you can be - screwing the cap on as hard as you can or keeping the jar open only for a few seconds at a time – unless you use the gel everyday and in great quantities, you’ll end up working with a desert-in-a-jar, and with too much product left to just throw it away carelessly.


This is exactly what happened to me: my beloved MAC Fluidline in Blacktrack was impossible to work with but the jar was still half full and getting rid of it was quite out of question. Last week I decided to try and save it and since the mission is accomplished I thought I’d share.


I wish I took pictures of the whole process, but it was a plain experiment: I didn’t really know what I was doing and especially if I was going to succeed. Anyways, I’ll try to be as precise as possible describing the whole thing.
I started with my gel liner, a couple of spatulas, a sample jar, a glass – unfortunately I don’t have a microwave so I had to go a little MacGyver-ish on this, but if you have it skip the sample jar and put the product into a microwave-friendly pot – and the crucial ingredient, my INGLOT Duraline.

INGLOT Duraline is a mixing medium that you use to transform powder products, such as pigments or cakes, into liquid formulations – so that you can make liquid eyeliner out of your favorite powder eyeshadow, for instance -. MAC has a quite big range of mixing mediums for various uses – I use their eyeliner one for glitters - and other brands make them too, but I remembered hearing somewhere that the INGLOT one was perfect to rescue dried out products, so I went for it. It also comes with a dropper so it’s easier to control the product amount (it retails 10€/7£/9$ for 9ml).

First thing I scraped off all the gel liner from the pot and transferred it into the sample jar, and then I put the hermetically sealed jar into a glass full of burning hot water for 2-3 minutes to soften the product. At this point I poured a couple of drops of Duraline into the softened cream and mixed well – I could have probably used just one drop, but, whatever. And that’s it, really.
I put the renewed cream into the original pot and pressed with the spatula to compact everything.
Duraline is smudge proof so it didn’t affect the lasting power of my MAC Fluidline that now is super creamy and soft, like the first time I used it – hopefully you’ll be able to see how dry and matte the gel looks in the first picture and how shiny and smooth is after the cure -.

Did you ever go DIY-ish on your makeup? Were you successful or did it end in a beauty drama?

***
Chi utilizza eyeliners in gel conosce la gioia di aprire un barattolo nuovo fiammante e quanto possa essere stressante lavorare con un prodotto secco. E tutti ad un certo punto si troveranno a fare i conti con la secchezza, perché tutti i gel liner eventualmente seccheranno: per quanto si possa fare attenzione – stringendo il tappo al limite o tenendo il barattolo aperto solo pochi secondi alla volta – a meno che non lo si utilizzi in grandi quantità e tutti i giorni, ci si ritroverà a lavorare con un deserto in barattolo, e di solito in quantità tali da non rendere accettabile lo smaltimento.
Esattamente quello che è successo a me: il mio beneamato MAC Fluidline in Blacktrack era diventato impossibile da usare, ma il barattolino era ancora mezzo pieno, quindi gettarlo era fuori discussione. Settimana scorsa ho deciso di provare a salvarlo e visto che la missione è compiuta e perfettamente riuscita ho pensato di condividere.
Vorrei aver fotografato l’intero processo per creare un piccolo tutorial fotografico, ma stavo improvvisando e non avevo idea di come sarebbe finita. In ogni caso cercherò di essere il più dettagliata possibile. Ecco come potete recuperare un gel liner secco:

Ho iniziato con il mio gel liner, un paio di spatoline, un barattolino di quelli in cui mettono i sample da Sephora, un bicchiere – sfortunatamente non ho il forno a microonde ed ho dovuto improvvisarmi un po’ MacGyver, ma se lo avete invece di usare il barattolino di plastica e l’acqua trasferite il tutto in un piccolo contenitore che possa andare nel microonde – e poi l’ingrediente essenziale, il Duraline di INGLOT.
Duraline è un mixing medium, una sostanza che può essere usata per trasformare polveri, come pigmenti e cialde, in liquidi – per esempio, potete creare un eyeliner liquido partendo dal vostro ombretto preferito -. MAC ne ha tantissimi, per gli usi più disparati – io uso l’eyeliner mixing medium per fissare i glitter, p.e.– e anche altre marche li producono, ma mi sono ricordata di aver sentito che quello di INGLOT è perfetto per riportare alla vita prodotti ormai secchi, quindi ho scelto questo. Tra l’altro il packaging è molto d’aiuto: è dotato di contagocce, quindi è facilissimo controllare le quantità (costa 10€ per 9ml).

Per prima cosa ho usato una spatola per raschiare il gel e trasferirlo nel barattolino di plastica, che ho poi chiuso ermeticamente ed immerso in un bicchiere pieno d’acqua bollente per 2-3 minuti per ammorbidire il tutto. Dopodichè ho aggiunto un paio di gocce di Duraline al gel ammorbidito e mescolato bene – col senno di poi avrei potuto usare una sola goccia, ma non importa. Tutto qui, sul serio.
Ho ritrasferito il gel nel contenitore di MAC e l’ho appiattito un po’ con la spatolina per eliminare eventuali bolle d’aria.
Duraline è resistente alle sbavature, quindi non ha intaccato la durata del Fluidline che adesso è cremosissimo e morbido, come la prima volta – spero si veda quanto fosse opaco e secco il gel nella prima foto e come sia lucido e soffice adesso -.

Vi siete mai lanciate in un po’ di bricolage cosmetico? Ed avete avuto successo oppure si è trasformato tutto in un gran pasticcio?

5 commenti:

  1. I have done this with Visine - same result, and even less expensive!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I don't think we have Visine here, but I never thought about using eye drops for this. Thank you for the imput! :)

      Elimina
  2. Avevo letto qualcosa riguardo a questo metodo ma non ho mai provato (mi si era seccato l'eyeliner in gel di Elf e visto il costo non mi pareva il caso, ma al primo fluidline a cui succede, passo da Inglot e provo :D)

    Mi sono data al fai-da-te cosmetico solo una volta un anno fa: avevo ordinato un set Too Faced (tra l'altro da Sephora US e quindi non potevo neanche riportarglielo) che è arrivato perfettamente imballato ma...rotto (e viste le condizioni, secondo me lo era già nei magazzini Sephora).
    Un ombretto del quad era completamente sbriciolato e così anche il blush del duo blush/terra. (che gioia!)
    Avrò impiegato un'ora solo per ripulire gli altri colori e il packaging, dopodiché li ho ricompattati col metodo dell'alcol (non quello rosa).
    L'ombretto è venuto perfetto, scrivente e dopo tutto questo tempo ancora è rimasto compatto; il blush invece mica tanto: è rimasto compatto ma ha perso tantissimo in scrivenza, si deve sfregare col dito e usare il pennello è praticamente impossibile. Sì, insomma, non l'ho mai utilizzato ma mi spiace troppo gettarlo °_°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che potrebbe essere un problema relativo ai blush? Perchè anche io qualche settimana fa ho sistemato con l'alcohol degli ombretti MAC e NARS che si erano sfracellati al suolo e sono perfetti, ma con un blush ELF e uno Sigma avevo fallito miseramente: erano diventati impossibili da usare...

      Elimina
    2. Ti rispondo anche qui:
      A questo punto mi sa di sì...Credevo fosse stato un caso solo mio, ma se è successo anche a te con due blush...forse hanno delle componenti differenti che non reagiscono bene.
      Però m'è appena venuto in mente (l'avevo scordato) che avevo ricompattato anche un'illuminante Elf della linea Studio e quello s'è ricompattato bene ed è ancora utilizzabile. Mah! °_°

      Elimina