March MyBeautyBox - first impressions

Se frequentate la beauty community internazionale, saprete senz’altro che le beauty box stanno prendendo piede in tutto il mondo. La prima credo sia stata Birchbox negli Stati uniti, cui è poi seguita Glossybox, in Inghilterra prima ed in tutti gli altri paesi poi – è presente anche in Italia da Ottobre: potete vedere i miei post in proposito qui oppure visitare il sito Glossybox.it -.
Dopodichè abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione: Carmine, la Glam bag firmata Michelle Phan, Glambox, addirittura alcuni siti hanno creato la propria beauty box per pubblicizzare le marche disponibili nei loro store online. Si tratta di un nuovo tipo di pubblicità molto promettente e non mi stupisce che tutti stiano cercando di guadagnarsi una fetta di mercato.

In generale, si tratta di un abbonamento mensile che permette di ricevere a casa una box dall’aspetto accattivante, contenente 5 o più deluxe samples – vere e proprie mini taglie ed a volte persino full size - di brand di lusso e oppure di difficile reperibilità. In teoria, con l’andare dei mesi, le box dovrebbero essere adattate ai profili personali, in base a gusti, esigenze e categorie di prodotti preferite – skincare, cura dei capelli, prodotti makeup, prodotti per unghie e prodotti spa -.

Fino a questo momento l’unica alternativa per le beauty addict italiane era Glossybox, ma dal mese di Marzo è disponibile MyBeautyBox, al solito costo di 14€ al mese, spese di spedizione incluse.
Il pagamento avviene tramite Paypal – che ricordo si può utilizzare anche senza un account, da esterni, semplicemente inserendo i dati della proprio Postepay o qualunque altra carta di credito; è decisamente il sistema più sicuro perché in nessun momento il venditore viene a contatto con i dati della vostra carta, per cui il rischio truffe è minimo. Inoltre, ma non sono sicura che il servizio si estenda anche agli user esterni, Paypal offre un sistema di protezione, per cui se l’oggetto non dovesse essere ricevuto, esiste un modo per riavere i propri soldi-.


La novità più importante viene dallo shop online: infatti tutti i prodotti contenuti nella box saranno disponibili in full size direttamente nell’e-shop di MyBB. Recensioni dei prodotti, inviti ed acquisti nell’e-shop permetteranno di accumulare punti che daranno diritto a promozioni sui prodotti o sulla box stessa. Inoltre le box conterranno buoni sconto e promozioni sfruttabili presso i partner di MyBB.

Ma ora passiamo al contenuto della box di Marzo:

Contiene 5 mini taglie di smalti Leighton Danny:
She rocks – nudo con sottotoni verdi
Hanky panky – corallo perlato
Unmatched mocha – nudo con iridescenza arancione
Supreme cream – color burro
Whatever – malva

Volantino per sconti o manicure gratuite non pervenuto
.


Chi come me si aspettava un debutto in pompa magna, forte dell’esperienza accumulata con i tentativi ed errori della box concorrente, ha assistito all’autogoal più spettacolare della storia.
Questa che vedete è la stessa box che è stata inviata un paio di mesi fa alle blogger come beta test, per cui chiunque abbia cercato informazioni prima di abbonarsi ne conosceva il contenuto. Per tutto il tempo lo staff ha giurato e spergiurato che il contenuto della box definitiva sarebbe stato completamente diverso - e per questo motivo alcune delle blogger selezionate per la box prova si sono abbonate e si trovano ora con un doppione e l’amaro in bocca per aver raccomandato la box – e noi ci abbiamo creduto.
Glossybox aveva decisamente ridimensionato le aspettative di tutti – dubito che qualcuno sperasse di ricevere MAC, NARS e co. a questo punto – ma un colpo così basso non credo se lo aspettasse nessuno. Ciliegina sulla torta, lo staff che gestisce la pagina FB ha pregato tutti quanti di evitare gli spoiler e non dichiarare apertamente il contenuto della box nei commenti per non rovinare la sorpresa; tempo 10 minuti dall’arrivo delle prime box e la conseguente esplosione di lamentele, lo staff stesso ha dichiarato il contenuto della box nelle prime righe di un post. Di male in peggio.
Io ho ritirato la box per poter fare una review completa, ma credo proprio che resterò in attesa, insieme a tante altre, delle direttive per la restituzione ed il rimborso completo.
Non conosco il marchio Leighton Denny, ma a sentire QVC ed alcuni blog si tratta di un brand di tutto rispetto; il contenuto della box, però, passa in secondo piano rispetto alla malafede ed alla scorrettezza dell’azienda. La delusione è tale che sul momento non trovo nient'altro da dire.

Cosa ne pensate?

EDIT: le contestazioni ed il numero di abbonamenti cancellati in seguito al contenuto della box di Marzo sono stati tali da far sì che tutte le clienti che hanno ricevuto la box incriminata, ricevano in omaggio la box di Aprile - indipendentemente dal fatto che abbiano cancellato l'abbonamento o siano tutt'ora abbonate -, in modo da poter rivalutare il servizio. C'erano solo due vie, la scatola omaggio oppure il rimborso, e senz'altro lo staff ha scelto la più furba. Resta solo da vedere con quanto impegno cercheranno di rimediare al danno.

11 commenti:

  1. Oh mamma mia!!! cosa mi stai dicendo!!! Io ho ricevuto la scatola "per blogger" cioò questa qui dicendomi che per le abbonate era diversa... Fortuna che non mi sono abbonata perché volevo prima vedere il contenuto della prima box!!! Gli smalti effettivamente sono spettacolari, ma per la presa in giro anche io li restituirei al mittente!!! Non ci posso credere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto. Meno male che non ti sei abbonata, altrimenti ti ritroveresti con due set identici. Mah.

      Elimina
  2. Ma no comment. Sono in attesa di Bartolini da stamattina e ho letto le varie vicissitudini su Facebook e davvero, non ho parole (ma le troverò per la review che si prospetta chilometrica...).
    Mi chiedo chi gestisca il marketing di certi servizi: credo non servano lauree e master ma solo buonsenso per capire le basi, come ad esempio che con le bugie un servizio non procede e i clienti si incacchiano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, basta un QI medio sufficiente. Dopo le polemiche scatenate dallo scarso servizio di GB fare una piazzata del genere è da stupidi. C'era gente ancora irritata per la GB di febbraio, ci voleva poco a fare tutti contenti.

      Elimina
  3. Non mi sono abbonata, ma devo ammettere che ci avevo pensato, anche per poter fare un confronto con le Glossy box. Sarei, però, rimasta senza dubbio delusa del contenuto: potrà pure essere un marchio di tutto rispetto (anche se non l'ho mai sentito a dire il vero), però un'intera box con 5 smalti mi sembra un po' esagerato. Tra l'altro sono tutti colori chiari (ad eccezione di quel "corallo"), manco a dire che c'è stato un bell'assortimento di colori!
    Non ci sono parole per il comportamento scorretto dell'azienda: inviare la stessa scatolina che già era stata "spoilerata" in quanto "beta" per le bloggers, avendo pure il coraggio di assicurare un contenuto diverso... Non ci sono veramente parole!
    Pessimo inizio!

    beauty lillaby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quello che ho pensato. Non ci voleva tanto.
      Leighton Denny è un marchio inglese, che in italia è venduto su QVC, ma onestamente non è così famoso. Ci sono marche ben più conosciute che vendono smalti per metà del prezzo. E con colori più adatti alla stagione.

      Elimina
  4. A quanto vedo gli smalti sono praticamente di colorazioni similari ma non identiche dai, almeno quello (cerco il lato positivo)
    io non mi sono abbonata ma ho ricevuto quella per le blogger, gli smalti sono sicuramente ottimi e di un marchio che qui in italia non si trova..
    da un lato capisco la delusione di questa prima box di tutte, xkè lo sarei stata anche io aspettandomi chissà quale bella sorpresa.. dall'altro un pò mi vien da dire che alla fine non è che sono un contenuto così orribile, anche se 5 prodotti della stessa marca non sono una cosa varia in effetti e non a tutte posson amare gli smalti..
    non so, secondo me è tutto un 50 e 50.. bisogna vedere la prossima come sarà.. la glossybox ha preso un pò tutte x i fondelli x mesi, questa mi pare un gradino migliore nonostante tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è il contenuto (amo gli smalti, non ho mai provato il brand ed onestamente non avrei mai speso 30€+ss su QVC per comprarlo alla cieca, quindi non è un brutto regalo), sono le bugie. Un sacco di ragazze che hanno visto la box per blogger avrebbero voluto ricevere gli smalti. Io, d'altro canto, mi sono iscritta proprio perchè era stato garantito - più volte su FB ed in primis alle blogger che hanno fatto girare la voce per prime - che la box sarebbe stata diversa. A saperlo prima mi sarei iscritta direttamente alla box di Aprile. Se fossero stati onesti, gli avrei dato un paio di possibilità almeno, così come ho fatto con GB.

      Elimina
    2. Sì sì su quello hai pienamente ragione, in effetti hanno fatto un brutto giochino.. assolutamente nessuna si aspettava gli smalti dopo che avevan detto quello che hanno detto, quanto meno potevano mettere qualche altra cosa per variare se proprio dovevano rifilarli alle abbonate..
      Pessima mossa, perderanno quasi tutte le clienti subito all'inizio

      Elimina
  5. Stamani ho seguito l'operazione, non mi è piaciuta ne la presentazione di questo servizio ne quello che è successo, ho trovato il loro comportamento poco trasparente sin dall'inizio e compiere questa manovra è stata una pessima idea, davvero pessima!
    Mi spiace sinceramente per tutte le abbonate deluse, spero vivamente che vengano rimborsate coloro che lo desiderano e che la cosa si risolvi al meglio per tutti quanti.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che basterebbe scusarsi: 'Chiediamo scusa, è stata una cavolata' invece di dire 'bè, è stata una mossa accuratamente studiata con l'ufficio marketing e basata sul feedback delle blogger. Siete voi che non capite una cippa'. :/

      Elimina