Top 5 concealers & some tips

Working on clients, I found that many women tend to slap a lot of foundation on their faces to cover imperfections, often getting the opposite result. Concealers and correctors – I’ll talk about those in a distinct post – are a mysterious product that few know how to use properly. The most common mistake is a heavy application before foundation: the base already helps to reduce the appearance of some flaws that wouldn’t need extra coverage otherwise. Unless you’re using a powder base, the general rule is concealer above foundation. A second thing to keep in mind is that concealers come in pink and yellow undertones: pink to cover blue, yellow to cover red. You don’t want to put a pink-based concealer over a red blemish – it would strengthen the redness – or yellow on blue dark circles – makeup is mostly color theory and yellow mixed with blue gives green, and no one wants green shadows under the eyes -.
That said, these are my top 5 concealers:



Creams usually deliver higher coverage and work best with normal-combination to oily skin types. They also tend to last longer with or without setting powder.

Jemma Kidd Color match concealer duo
This is the first concealer I bought for my kit when I started to build it. Provides a medium coverage that looks very natural. Each concealer comes with two shades - one with fairly yellow undertones and one pinker -, so you can customize your own shade. It’s creamy but it doesn’t move or travel towards fine lines. And the Fair shade would suit even the palest red heads.

Bobbi Brown creamy concealer

Definitely one of the more versatile concealers on the market, even if the new formula seems to bother the oiliest skins. Comes only in yellow undertones - Bobbi Brown recommends a combination with pink and orange toned correctors for the eye area -. The coverage is medium to full and the texture is very moisturizing and might move, so you’re going to need a light setting powder – the new formula comes with a yellow-toned powder as well.


MAC Studio finish concealer

I depotted mine into a Muji palette but usually come in the standard black packaging.
It’s a creamy concealer with medium to full coverage. It’s quite concentrated so a small amount can make miracles. The spf 35 makes it perfect for the eye area and I don’t find it drying at all. It comes in both NC – neutral cool with yellow undertones, perfect to cover blemishes and minor redness – and NW – neutral warm with pink undertones, to counteract blue-toned dark circles – shades and in a fairly wide color range. It doesn’t move and it’s my concealer of choice for oilier skin types.

Liquid formulas are definitely easier to work with and less drying in the eye area, but I don’t find they work as good as creams when used to cover blemishes. They also tend to provide less coverage, but are perfect to cover minor imperfections. Remember, less is more in makeup, so if you don’t need to camouflage very dark circles or important acne scars, you can definitely choose a lighter formula.


MAC Select moisturecover
This concealer offers a light-medium, very natural coverage. As the name says, it’s very moisturizing and it’s perfect for the under eye area or drier skin types, but being so creamy it tends to move and collect into creases and fine lines, so setting powder is needed. Like all MAC concealers comes in NC and NW range, but as I said before spot concealing may get a little tricky with liquids.

Clinique Airbrush concealer
This is a light-diffusing concealer specifically formulated for the under-eye area and to soften the look of fine lines and iperpigmentation; it shouldn’t be used to conceal blemishes: first, because it has pink undertones, and second, the light-diffusing particles would make the spot more obvious.
The coverage is pretty good for this kind of product and the texture feels smooth and easy to work with. The only downside is the poor shade range – only 3 shades – so I’m still looking for an alternative for darker skin tones.

What is your favorite concealer?

***
Parlando e lavorando con le mie clienti, ho scoperto che la maggior parte delle donne si spalma in faccia quantità eccessive di fondotinta nella speranza di nascondere le imperfezioni, finendo con l’ottenere l’effetto opposto. Concealers e Correctors – purtroppo in italiano vengono tradotti entrambi come ‘correttori’, ma si tratta di prodotti diversi: i primi sono dello stesso colore della pelle e nascondono le imperfezioni, mentre i secondi si presentano in colori accesi per contrastare problematiche più importanti; ma cercherò di parlarne meglio in un altro post – sono prodotti misteriosi che poche sanno usare nel modo corretto.
L’errore più comune è quello di applicare il correttore prima del fondotinta: la base nasconde di già alcuni difetti che non avrebbero bisogno di ulteriore coprenza se i prodotti fossero applicati al momento giusto – la maggior parte dei problemi di effetto cake-y o ‘torta’ sono dovuti all’eccesso non necessario di prodotto -. A meno che non stiate usando un fondo in polvere, la regola generale prevede prima l’applicazione del fondotinta, poi del correttore.
Un’altra cosa da tenere a mente è che i correttori sono disponibili con base rosa e base gialla: rosa per coprire le ombre bluastre, giallo per imperfezioni ed arrossamenti lievi. Bisogna evitare di applicare un correttore rosato su un’imperfezione infiammata – il rossore ne uscirebbe rinforzato – oppure un giallo sopra alle occhiaie – il makeup è soprattutto teoria dei colori: giallo e blu danno verde, e nessuno vorrebbe delle malsane ombre verdastre sotto agli occhi -.Data questa premessa, questi sono i miei 5 concealers preferiti:

I correttori in crema di solito hanno maggiore coprenza e danno i migliori risultati con le pelli miste e grasse. Tendono inoltre a durare più a lungo, con o senza polvere fissante.

Jemma Kidd Color match concealer duo
Questo è il primo correttore di cui ho acquistato tutte le tonalità quando ho iniziato a mettere insieme il mio kit. Dà una coprenza media dall’aspetto naturale. Ogni compact contiene due tonalità – una più gialla ed una rosata – per creare il colore adatto alla propria pelle. E’ cremoso ma ha più la consistenza di una mousse e non si sposta o accumula nelle pieghe. Tra l’altro la tonalità Fair si addice persino alle rosse più pallide.

Bobbi Brown creamy concealer

Decisamente uno dei correttori più versatili sul mercato, anche se la nuova formulazione pare non dia buoni risultati sulle pelli più grasse. La gamma di colori prevede esclusivamente sottotoni gialli – Bobbi Brown raccomanda di affiancarli ai corrector rosa e arancio per illuminare e nascondere le occhiaie -. La coprenza è medio-alta e la texture molto morbida e cremosa, che potrebbe muoversi, quindi si raccomanda di fissarlo con della polvere – il nuovo packaging contiene già una polvere illuminante a base gialla -.

MAC Studio finish concealer

Ho trasferito i miei in una palette MUJI per comodità, ma normalmente si presentano nel tipico packaging nero.
Si tratta di un correttore in crema con coprenza medio-alta. E’ piuttosto concentrato, per cui una piccola quantità può fare miracoli. Il fattore di protezione spf35 lo rende perfetto per l’area peri-oculare e, nonostante la consistenza solida, non secca affatto. E’ disponibile sia nelle tonalità NC - neutral cool con base gialla, perfetta per coprire imperfezioni e piccolo arrossamenti – e NW neutral warm con sottotoni rosa, per contrastare il blu delle occhiaie – ed in una discreta gamma di colori. Resta al suo posto ed è la mia scelta quasi automatica per pelli miste e grasse.

Le formulazioni liquide sono decisamente più semplici da utilizzare e meno disidratanti, ma non trovo siano, nella maggior parte dei casi, efficaci quanto le consistenze cremose nella correzione delle imperfezioni. Tendono inoltre ad avere una coprenza inferiore, ma sono perfette per coprire difetti minori, come piccole cicatrici o brufoletti in via di guarigione. Tenete a mente che nel makeup ‘meno è più’, quindi se non avete necessità di coprire occhiaie molto scure o acne importante, potete tranquillamente ricorrere ad una formula più leggera.

MAC Select moisturecover

Questo prodotto offre coprenza da leggera a media e molto naturale. Come intuibile dal nome, è molto idratante ed è quindi perfetto per l’area peri-oculare e per le pelli più secche, ma, vista la consistenza cremosa, tende a migrare nelle pieghe e nelle linee di espressione, quindi necessita di una polvere fissante. Come tutti i correttori MAC è disponibile sia nelle tonalità NC sia in quelle NW, ma, come dicevo più sopra, correggere le micro imperfezioni con una formulazione liquida può diventare complicato.

Clinique Airbrush concealer

Questo è un correttore con particelle luce-riflettenti formulato specificatamente per la zona occhiaie e per ridurre l’apparenza di rughette ed aree iperpigmentate; non dovrebbe essere applicato su brufoletti ed imperfezioni: innanzitutto perchè ha una base rosata e, secondariamente, perchè le particelle riflettenti metterebbero in risalto l’imperfezione invece di ridurla. Per questa categoria di prodotto, la coprenza è decisamente buona e la texture è morbida e facile da sfumare. L’unico lato negativo è la scarsa scelta di colori – solo 3 tonalità – e quindi sono ancora alla ricerca di un’alternativa per pelli medio-scure.


Qual è il vostro correttore di fiducia?

23 commenti:

  1. bellina questa rassegna, e ho molto apprezzato la specifica dei termini perche' e' una cosa molto poco nota tra le italiane soprattutto... qua si chiama tutto correttore e manca un po' la cultura di base della materia.

    c'e' un solo punto che non mi ha trovato totalmente d'accordo ed e' stato quello sui prodotti liquidi per coprire le imperfezioni, perche' mi e' venuto in mente il classicone di MUFE (che e' un camouflage, me ne rendo conto, ancora altra categoria a voler pignoleggiare ;D) che fa esattamente quello e molto bene ed e' liquido ^_^

    per rispondere alla tua ultima domanda... mio holy grail il Prolongwear di MAC (contorno occhi secco a rapporto! anche se non ho delle occhiaie tremende)... avevo provato anche il Select cover ma mi segnava un sacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci all'Extreme camouflage Full coverage non l'ho nemmeno considerato perchè non è un correttore da tutti i giorni per coprire i brufoli, ma appunto un camouflage per coprire tatuaggi, cicatrici e problemi estremi - una roba pazzesca! - :) Se mi dovessi addentrare nel mondo del trucco teatrale e correttivo dei disturbi della pelle non finirei più ;) Mi riferivo ai correttori normali, ed in particolare al Select. E comunque ho scritto 'di solito', proprio perchè come sempre ci sono eccezioni come, credo, il Double wear di EL.

      Purtroppo il ProLW non lo posso usare perchè mi secca ancora di più :(
      E sono contenta ch tu abbia apprezzato la terminologia. L'italiano in questo senso mi manda ai pazzi, così impreciso! E' molto più facile scrivere di makeup in inglese

      Elimina
    2. lui lui XD
      io per i brufoletti lo uso per motivi lunghi a spiegarsi (se mai mi decidero' a recensirlo li esplicitero' XD).
      Mai provato l'EL ^^ (in generale e' un marchio che non ho testato proprio, anche se una sbirciata di stand la faccio spesso...)

      davvero? per me il contrario...

      quotissimo XD e anche piu' coinciso a volte... tipo io non so assolutamente come cacchio definire il color teal in italiano... e amo il termine stash ma in italiano serve una perifrasi per avvicinarsi al concetto... (e potrei andare avanti a lungo XD)

      Elimina
  2. Fortunatamente non ho particolari imperfezioni sul viso che richiedono camuffamenti accurati e quindi non ho mai avuto la necessità di un correttore troppo coprente o specifico. Quello che uso io è l'airbrush di Clinique, con cui mi trovo molto bene già da due tre anni, ho provato a sostituirlo ma mi trovo troppo bene con lui e non riesco a trovare un sostituto che abbia le sue stesse caratteristiche. Mi piace l'applicatore che ha, ne adoro la consistenza e il fatto che si sfumi davvero bene, difficile che si veda o che non si uniformi a dovere, quando serve funge benissimo da illuminante ed ha una buona durata.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, l'Airbrush è il migliore di questi correttori in penna :)

      Elimina
  3. Mi incuriosice molto l'airbrush di clinique. Quando finisco quello che sto usando adesso (maybelline) mi sa che lo proverò. Mi è piaciuta tantissimo questa rassegna, davvero molto utilie e dettagliataissima. Aspetto il post con le differenze tra Concealers e Correctors

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che abbiate apprezzato il post :)

      Elimina
  4. Molto bello e ben scritto questo articolo!sono assolutamente d'accordo con ciò che scrivi, è sempre meglio avere meno sul viso che ottenere un risultato finto.avendo sempre qualche brufoletto da coprire sul viso sono sempre alla ricerca di un buon correttore che faccia bene il suo dovere. Purtroppo avendo anche una pelle secca non sempre riesco ad usare i correttori i crema :-( mi sono trovata bene con il select cover up di maa perchè aiuta a non seccarmi la pelle, ma comunque non copre perfettamente le imperfezioni. Vorrei proprio provare un altro correttore, un pò più comprente, magari di mac come lo studio finish o lo studio sculpt...tu cosa mi consiglieresti?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo studio finish è il mio preferito: lo applico con un pennellino da eyeliner per essere super precisa e picchietto con le dita per sfumare; il calore aiuta a stenderlo anche meglio. Lo studio sculpt è ottimo anche lui, ed è un po' l'ibrido tra il Select moisturecover ed il Finish: è morbido, discretamente idratante ed ha una buona coprenza. Così su due piedi ti consiglierei lo sculpt, ma se hai uno store vicino a casa, fatti fare un sample di entrambi e come ti trovi con entrambi :)

      Elimina
    2. ti ringrazio molto per la risposta precisa ed esauriente!appena posso andrò a farmi un giro da mac per provarli entrambi. In passato mi avevano provato sul viso lo studio finish, ma usando il classico pennello da correttore troppo grosso, il risultato era stato così finto e perciò avevo optato per il select cover up che mi era sembrato più naturale come effetto. Ora voglio proprio provare ad applicarlo con un pennellino da eyeliner come dici tu (e come fa spesso Lisa Eldridge), sicuramente il risultato sarà migliore!

      Elimina
    3. Figurati! :) Io di solito uso il pennello per eyeliner per correggere i brufoletti ed un pennello da sfumatura (ultimamente sintetico, ma anche quelli naturali funzionano perfettamente) per sfumare il correttore sotto gli occhi. L'effetto è molto più naturale in questo modo

      Elimina
  5. Wow, finalmente un articolo preciso e puntuale! Grazie per i consigli.. io almeno ne ho proprio bisogno in quanto a correttori ;) Se ti va, visita il mio blog http://9lla.it/

    9lla.it
    fashion/beauty discoveries & inspirations, shopping guides, DIYs!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di esserti stata d'aiuto :)

      Elimina
  6. Argomento molto caro...
    Io sono arrivata alla conclusione che prima o poi mi devo iscrivere ad un corso di trucco correttivo.
    Ormai le mie occhiaie hanno vita propria: negli ultimi due anni ho comprato N correttori di vario tipo e tonalità (inclusi quelli correttivi) ma nessun risultato mi soddisfa un granché.
    Devo avere un gap sulla teoria dei colori, ma ormai getto la spugna: ho l'occhiaia indipendente e al massimo si migliora, ma di essere coperta e camuffata non ne vuole sapere.
    (aggiungiamoci che dopo una sssimpatica dermatite lo scorso anno, il contorno occhi mi è rimasto sensibile e tendenzialmente secco nonostante le badilate di crema, e quindi se metto troppi strati o anche solo un prodotto in teoria molto coprente...tadaaan! Effetto cemento-armato-che-si-sgretola nel giro di un paio d'ore) °_°
    Consigli? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm... Lourdes? XD
      A questo punto un concealer non basta, ti serve un color corrector, rosa salmone o arancione, per contrastare il blu-viola e poi sopra ci metti il concealer del colore della tua pelle per uniformare il tutto.
      Ti consiglierei i corrector e i creamy concealer di Bobbi Brown per la pelle secca, ma sono abbastanza difficili da reperire.
      Se no MUFE ha una gamma abbastanza ampia, ma secca un po', quindi dovresti provarli prima( il correttore arancio si chiama Ebène). E poi c'è il Full coverage sempre di MUFE che copre anche i tatuaggi. Guardali su Sephora.it o in negozio. Se no io nel kit ho altri corrector liquidi, molto più idratanti, ma sono di Makeup studio e non mi ricordo neanche più dove li ho presi :/

      Elimina
    2. Mi sa che Lourdes è l'unica -.-
      Uno di Mufe l'ho preso ma devo provarlo in abbinata ai colori correttivi perché da solo me le ingrigiva. Aranciati e rosati provati ma nulla di che, anche perché (regalo della dermatite) l'alone che ho è più sul marrone che blu-viola.
      (vabbè detta così sembro oscena in realtà dai sono anche un attimo presentabile XD)
      Quello di Mufe per i tatuaggi l'ho pensato, ma a me già seccano correttori piu cremosi, non immagino quello -.-'
      Ma in teoria per annullare il marrone non servirebbe qualcosa del tipo lilla?

      Elimina
    3. Il problema del marrone è che non è colore di per sè, ma è un mix di tutti gli altri colori, quindi non ha un vero e proprio complementare che lo contrasti. Il lilla serve più che altro a constrastare il colorito grigiastro e malaticcio ed ad illuminare. In teoria l'azzurro si può usare per correggere lentiggini e voglie di caffè latte che sono marroncine.

      Elimina
  7. Era la teoria che presupponevo, a rigor di logica...
    Ecco l'azzurro mi manca, lol
    Sperimenterò un po' ;)

    RispondiElimina
  8. Ciao! stavo sbirciando un po' alla ricerca di qualche info su Bobbi Brown (a settembre vado a nizza e voglio provare qualcosa di questa marca e di Nars). Coomunque io come correttore uso proprio lo studio finish di Mac però mi hanno venduto una tonalità troppo scura per l'inverno e lo uso adesso (anzi sta diventando chiaro per l'estate XDXD).. come formula è ottimo! Altro correttore che ho usato fino a qualche mese fa perché più chiaro è il matitone di Urban Decay "concealer pencil anti-cerne" ma credo che per il prossimo inverno dovrò comprarmene uno specifico per le occhiaie (questo di UD lo uso per brufoletti e macchiette). Makeup Studio è reperibile su questo sito:http://www.hetcosmeticahuis.nl/makeup-studio/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ti ho scritto di Makeup studio perché ho letto qui sopra i commenti!

      Elimina
    2. Grazie :) Sono un'affezionata di Makeup studio e soprattutto dei loro correttori colorati. Per quanto riguarda Bobbi brown, dovresti sicuramente dare un'occhiata a correttori e fondotinta, e poi gli ombretti Long wear in crema, i Pot rouge ed gli Shimmer brick. Questi sono senz'altro i miei prodotti preferiti del marchio. E poi c'è ovviamente il famoso gel liner che però non ho provato :)

      Elimina
  9. Ciao! Ti seguo da poco e il tuo blog mi piace molto (wow! un blog italiano che mi piace! incredibile!), e ti volevo chiedere una piccola info: come ti procuri i prodotti Bobbi Brown? Ho guardato su un po' di siti ma i pochi che lo trattano non lo spediscono fin qui... Un viaggetto in Francia (per stare vicino) o altrove ci starebbe, ma nel frattempo... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te ^__^
      Allora qualcosa, come la university palette l'ho comprato direttamente dal sito UK tramite un servizio di inoltro posta, che ti permette di avere un indirizzo inglese e da lì fartelo spedire in Italia. Il resto l'ho preso tra eBay, viaggi che ho fatto io e amiche varie mandate in giro per il mondo a comprarmi le cose. Mi dispiace non poterti essere più d'aiuto, ma speriamo che presto sia più facilmente reperibile :)

      Elimina