5 tips for a long lasting base.


Whether you struggle with shine day-to-day or simply want to make sure that all the extra effort you put in your party makeup doesn't go to waist, we all agree that one of the biggest struggles of any beauty lover is not only achieving the perfect base, but also making sure that things hang around for as long as possible. Long wearing formulas only go so far and application is what really makes the difference, so today I'm sharing my top tips for a base that lasts, along with some of my favourite products for special occasions.

MIND THE SKIN PREP - A correct skin prep is key for a long lasting base that doesn't look cakey and stays flawless through out the day or the night. Exfoliating the night before a big event is always a good idea and the Pixi Glow Tonic never disappoints: it makes quick work of dead skin cells and dullness, whilst still being kind to sensitive complexions.
The next essential step is moisturizing and unfortunately this is not as easy as it sounds. The right product will keep your skin perfectly balanced for the whole day, but something too nourishing can make your makeup greasy and unstable, while a product that is not sufficiently hydrating will leave your skin patchy and make foundation and concealer hard to blend. The Caudalie SOS Thirst Quenching Serum is a firm favourite of mine and a true godsend for dehydrated skin, as it sinks in so quickly and keeps the water levels in check all day. I seriously cannot function without this stuff during wintertime. As for the eyes, I have repurchased the Kiehl's Avocado Eye Treatment countless times, as it's like a tall glass of water for the skin and by far the best eye cream to keep my peepers hydrated all day and make my concealer go on and last so much better.

MIX YOUR PRIMERS - One of my favourite things to do is play with my products, mixing and combining different ones to create the right concoction for my skin, and this technique works especially well with primers. For instance, my skin is quite dry around the edges and on the cheeks but normal on my nose and chin. Something like the Becca Priming Filter is ideal to add a touch of glow in those drier areas and create a smooth canvas for the following steps, while a drop of Hourglass Veil Mineral Primer on my nose helps keeping my base intact till cleansing time. For serious oil control on those problematic areas, the Make Up For Ever Mattifying Primer is the bomb, as it's pretty much bullet proof and will keep you opaque even during the wildest parties. Trust me on this one.

SATIN IS THE WAY - You know me, I love my glow and on a daily basis I tend to gravitate toward luminous and dewy formulas, but unfortunately those are not always the most long lasting. However, a flat, matte base is not necessarily the only choice left: in fact, satin formulas are a great compromise between longevity and natural finish and when paired with the correct application, they can last just as long as an opaque option. Thin layers last so much better that one thick lump of products, so layer your base carefully, only adding extra coverage where needed. Finally go over everything with a damp sponge to press it really well into the skin, taking away any excess product. My go-to choices for long days and special events are the Nars Sheer Glow and the Charlotte Tilbury Magic foundation, as they both have great longevity and have a gorgeous lit-from-within finish. Both are also free of any spf, so go on and snap the evening away without fear.
Concealer wise, the Urban Decay Naked Skin and the Nars Radiant Creamy are the perfect pair: the former is especially good for blemishes and redness, 'cause it leans more on the matte side of things and doesn't budge, while the latter is the best full coverage option for those nasty dark circles and since it's so luminous, it lifts and brightens the eye area in a blink.

DON'T OVER-POWDER - I have to admit, I've never been on board of the 'baking' bandwagon. Sure, it sets the base and looks good in picture, but in real life it can look really heavy and ageing, especially under the eyes. Personally I much prefer buffing my powder into the skin with a super soft brush: you end up using less product this way and by pushing it right into the foundation, you'll lock your base in place and keep shine at bay for longer. The Chikuhodo Z4 Cheek/Highlight and the Charlotte Tilbury Airbrush Flawless Finish truly is a beauty match made in heaven and the perfect combination to achieve a flawless, airbrushed finish within seconds.
To be extra safe, don't forget a light spray of Urban Decay All Nighter that will seal your base and keep you matte for hours, while if you need to tone down the powderiness, a sprinkle of Mac Fix+ is perfect to instantly refresh cakey makeup.

CLEAN YOUR BRUSHES - I can't stress this enough, the right tools are essential for a professional result but a dirty brush can do more harm than good. Old product caught between the bristles can make application cakey and uneven, and because the fibres pick-up the natural oils from your skin, by putting those oils back on your base, you could cause premature shine and ruin all your hard work. Zoeva offers great quality affordable brushes and beautiful sets, so if you're looking to expand your brush collection without breaking the bank, check them out. How gorgeous is the Rose Golden Luxury set Vol. 2? Let's take a minute to swoon.

Do you have any tips for making your base last longer?

***

Sia che combattiate quotidianamente con l'effetto lucido, sia che semplicemente desideriate che tutti i vostri sforzi per il trucco delle occasioni importanti non vadano sprecati, siamo tutti d'accordo che una delle cose più difficili del mondo beauty non sia tanto creare una base perfetta, quanto mantenerla nel tempo. Le formule a lunga durata arrivano solo fino ad un certo punto, ed infatti ciò che fa davvero la differenza sono preparazione ed applicazione, quindi oggi condivido con voi i 5 passi per una base durevole, insieme ad alcuni dei miei prodotti preferiti.

ATTENZIONE ALLA SKIN PREP - La corretta preparazione della pelle è vitale per una base fresca, che dura a lungo e rimane perfetta per tutto il giorno o la sera. Esfoliare la sera prima di un grande evento è sempre un'ottima idea; personalmente preferisco gli esfolianti chimici, che sono meno aggressivi di quelli meccanici, ed il Pixi Glow Tonic non delude mai: elimina rapidamente le cellule morte e rivela una pelle luminosa senza però causare stress alla pelle più sensibile. 
L'altro passo essenziale è l'idratazione, una fase tanto ovvia quanto complessa. Il prodotto giusto manterrà la pelle perfettamente bilanciata per ore, ma una crema troppo ricca può rendere il trucco unto ed instabile, mentre un'opzione non sufficientemente idratante lascerà la pelle poco uniforme e renderà l'applicazione di fondotinta e correttore ancora più difficoltosa. Il Caudalie SOS Thirst Quenching Serum è uno dei miei prodotti preferiti di sempre ed un must per le pelli disidratate, perché viene assorbito in un baleno e tiene sotto controllo i livelli d'idratazione fino a sera. Non so come sopravviverei senza di lui nei mesi invernali. Per quanto riguarda gli occhi, invece, ho ricomprato il Kiehl's Avocado Eye Treatment innumerevoli volte, dato che è come un bel bicchiere d'acqua per la pelle e mantiene la zona peri-oculare idratata e vellutata per tutto il giorno, agevolando anche applicazione e durata del correttore.

MESCOLA I PRIMER - Mixare e combinare prodotti differenti per ottenere il giusto intruglio per la mia pelle è una delle cose che mi diverte di più in assoluto, ed i primer si prestano particolarmente a questa tecnica. Il trucco è conoscere i bisogni della propria pelle e scegliere i prodotti adeguati a soddisfare ogni sua necessità. Per esempio, la pelle del mio viso è tendenzialmente secca sulle guance e nei contorni, ma normale nelle aree del naso e mento. Un prodotto come il Becca Priming Filter è la scelta ideale per donare luminosità alle zone più secche e creare una superficie uniforme, pronta per il fondo, mentre una goccia di Hourglass Veil Mineral Primer al centro del viso mantiene la mia base intatta fino al momento della detersione. Per eliminare l'effetto lucido per le pelli più grasse, il Make Up For Ever Primer Opacizzante è una bomba, visto che è praticamente a prova di proiettile e terrà a bada la lucidità anche durante i balli più sfrenati. Prendetemi in parola.

SCEGLI UN FONDO SATINATO - Ormai mi conoscete, adoro i fondotinta radiosi e per tutti i giorni gravito immancabilmente verso formulazioni luminose e rugiadose, che però sfortunatamente non durano particolarmente a lungo. Comunque, una base opaca e piatta non è necessariamente l'unica opzione rimasta: infatti, le formule satinate o demi-matte rappresentano il giusto compromesso tra longevità e finish naturale, e con la giusta applicazione possono durare nel tempo tanto quanto le alternative opache. Strati sottili durano più a lungo di una mano spessa di prodotto, per cui modulate la base con attenzione, aggiungendo fondotinta solo nei punti che richiedono una coprenza maggiore. Per finire, ripassare con una spugna umida permette di ottenere un risultato più verosimile e rimuovere allo stesso tempo gli eccessi di prodotto. Per le giornate più lunghe e le occasioni speciali la mia scelta ricade sempre su Nars Sheer Glow e Charlotte Tilbury Magic foundation, dato che hanno entrambi un'ottima durata ed un meraviglioso finish delicatamente luminoso. Inoltre, essendo privi di protezione solare, sono perfetti per scatti e selfie a non finire.
Per quanto riguarda il correttore, l'Urban Decay Naked Skin ed il Nars Radiant Creamy sono una combinazione magnifica: il primo è particolarmente adatto a coprire imperfezioni e rossore sul viso, perché è quasi opaco e rimane al suo posto nonostante tutto, mentre il secondo è molto coprente ma comunque luminoso ed è ottimo per correggere le occhiaie ed ad illuminare lo sguardo.

NON ESAGERARE CON LA CIPRIA - Devo ammettere di non aver mai amato particolarmente il trend del 'baking'. Certo, fissa la base e rende bene in foto, ma dal vivo può risultare molto pesante e tende ad invecchiare, soprattutto se usato sotto gli occhi. Personalmente preferisco di gran lunga applicare la cipria con movimenti circolari, aiutandomi con un pennello ultra morbido: in questo modo si utilizza meno prodotto e sfumando la polvere direttamente sul fondotinta, invece di picchiettarla semplicemente sulla superficie, si fissa la base alla perfezione e si tiene a bada la lucidità più a lungo. Il pennello Chikuhodo Z4 Cheek/Highlight e la Charlotte Tilbury Airbrush Flawless Finish sono un'accoppiata vincente e praticamente perfetta per ottenere un finish 'airbrushed' in pochi gesti.
Per un tocco extra di protezione, una spruzzata di Urban Decay All Nighter mantiene la base opaca ed al suo posto per ore, mentre se ci fosse bisogno di rimuovere un eccesso di cipria, Mac Fix+ è ideale per rinfrescare una base polverosa in un attimo.

USA PENNELLI PULITI - Questo punto mi sta particolarmente a cuore, perchè è vero che gli strumenti giusti sono essenziali per un risultato professionale, ma un pennello sporco può fare più danni che altro. Il vecchio prodotto incastrato tra le setole può rendere l'applicazione difficoltosa e poco uniforme, e perchè le fibre raccolgono gli oli naturali della pelle durante l'applicazione, gli stessi oli rimescolati al fondotinta fresco possono portare a lucidità prematura, rovinando quindi tutto il vostro duro lavoro. Zoeva offre un'ottima varietà di pennelli di qualità e set dai prezzi abbordabili, per cui se avete in mente di espandere la vostra collezione di pennelli, dateci un'occhiata. Vogliamo parlare del Rose Golden Luxury set Vol. 2? Prendiamoci un minuto per sospirare.

Quali accorgimenti utilizzate per far durare la vostra base più a lungo?

10 commenti:

  1. sono d'accordo a pezzi ;) ho la pelle grassa quindi fondo decidamente matte per me (l'oreal infallible matte o maybellime fit me matte+poreless) e cipria si, ma son d'accordo sul non esagerare!! ho provato a fare baking qualche volta con hollywood di neve e tragedie ahahahah..e decisamente skincare prima di tutto!!! (sono come sempre allibilta dalle tue foto, troppo belle)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fondo di l'oreal Infallible matte lo adoro e personalmente lo inserirei nella categoria dei satinati, perchè non è completamente opaco o per lo meno non è quell'opaco che ti succhia l'anima ahahah, ma è più naturale, nonostante la coprenza elevata.

      Ti ringrazio tantissimo per i complimenti per le foto! E' una cosa a cui tengo particolarmnete e mi rendono sempre molto felice <3

      Elimina
  2. Il Pixi Glow Tonic prima o poi lo dovrò provare... intanto mi sono innamorata da un sample di una crema giorno Murad alla vitamina C che... ARGHHHH costa un sacco. Maledetti.
    Il contorno occhi Kiehl's l'ho provato e sarà un mio prossimo acquisto, appena terminerò l'antipodes, mentre come sieri uso i concentrati giorno e notte, sempre di Kiehl's.

    Il Nars Radiant Creamy è strano come correttore. Appena acquistato non riuscivo a portarlo nel contorno occhi perchè mi segnava terribilmente, o mi andava nelle pieghe, per cui lo usavo sul viso. Adesso che è quasi a fine confezione ho provato a rimetterlo sugli occhi ed è perfetto :/ M A H

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ho notato anche io che la texture del coorettore Nars cambia con il tempo. In generale, applicandolo con la spugnetta non ho trovato grandi differenze ma con il pennello per esempio, dovevo usarne molto meno all'inizio, altrimenti era un disastro.

      L'olio notte di Kiehl's è uno dei miei prodotti preferiti in assoluto e per dirla tutta devo ancora provare qualcosa che non mi piace del loro range.

      Spero che il siero alla vitamina C di the Ordinary funzioni, allora, visto che è moooolto più economico di quello Murad ;)

      Elimina
  3. Primer Urban Decay, quest'anno svolto, non ho ancora provato un buon primer opacizzante e se questo mi dici che è una bomba, io ti credo! XD

    Maaa... il tonico Pixie quante volte lo usi a settimana? Io ho i pads di First Aid Beauty che dicono si possano utilizzare giornalmente ma la mia pelle non gradisce, assolutamente, e si infiamma. Devo quindi usarli una volta a settimana o alternare i giorni.

    Pennelli puliti... mannaggia quanto ti do ragione! A parte che non è igienico, ma poi mi fa di uno schifo incredibile usare i pennelli viso e spugnette zozze su di me, non ce la farei! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dico sempre a tutti quelli che me lo chiedono, il primer MUFE è l'ultimo passo prima del silicone per impermeabilizzare la vasca da bagno xD se diventi lucida con quello, insomma, la situazione è disperata. Lo spray UD invece è ottimo per le occasioni speciali :)

      Il tonico Pixie lo uso 2-3 volte alla settimana, massimo, se no l'iper esfoliazione diventa irritante. Chi ha la pelle molto spessa in teoria lo può usare quotidianamente, ma se lo facessi io mi cadrebbe la faccia ahahah

      I pennelli sporchi sono una piaga sociale. Non ti dico quante volte sono andata a casa di amiche e glieli ho lavati presa da un misto di pietà ed orrose XD

      Elimina
  4. Oddio non sono l'unica che non ama il baking insomma!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sei l'unica. Io proprio non lo sopporto, soprattutto sotto agli occhi. Sono dieci anni in più in un colpo solo se non si sta attenti :/

      Elimina
  5. Io ero una di quelle che esagerava con l'effetto matt: ormai, un po' per l'età, un po' per il freddo, preferisco finish più naturali e usare una cipria più leggera. La crema all'avocado della Kiehl's è una bomba, è diventato il mio mai più senza. Adoro i pennelli RT, li vorrei tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un problema comune, in generale si tente a pensare che più cipria voglia dire maggior durata, però va tutto a scapito del finish e della leggerezza del trucco. Per via della mia pelle secca ho sempre amato l'effetto luminoso e naturale, che ora sono un po' il mio marchio di fabbrica ^_^
      La crema Kiehl's è stata una scoperta pazzesca, dovrebbero averne tutti un barattolini in casa <3

      Elimina