November Glossybox - first impressions

novembre 30, 2011


Dopo molte peripezie e qualche problema tecnico, questa mattina Mr Postman mi ha finalmente consegnato la tanto attesa Glossybox di Novembre - se non avete mai sentito parlare di Glossybox e volete saperne di più potete dare un’occhiata al mio post sulla box di Ottobre e al sito Glossybox.it -.
Questo mese il GlossyTeam ci sorprende con 6 prodotti, di cui 3 taglie full size:

LAKSHMI ombretto compatto – ombretto perlescente dalla texture soffice e cremosa, di facile applicazione e lunga durata. Ho ricevuto la tonalità #12, un grazioso color peltro con shimmering oro/bronzo e un lieve undertone verde oliva - altre box contenevano ombretti lapis e bronzo-ambra. In generale il packaging di cartone non mi entusiasma – ma liberare il pan metallico e trasferirlo in una palette magnetica è facilissimo -, ma è aderente alla filosofia eco-friendly del marchio. Full size, del valore di 13€.
AQUOLINA latte corpo zucchero a velo – idratante ed emolliente, dal profumo incantevole. Insieme ai colori dell’ombretto, questo prodotto rappresenta la variabilità della box di Novembre: altre ragazze hanno ricevuto una crema corpo Pink Sugar. La taglia contenuta nella box è esattamente metà del prodotto full size, che costa 9€.
NEE MAKEUP Sensual gloss – gloss di nuova generazione che si adatta alla pelle, assumendo una tonalità unica per ognuno. Ciò che mi incuriosisce veramente è l’applicatore in pelo di martora, nuovo e così diverso dal solito. Full size, del valore di 17€.
COSTUME NATIONAL eau de parfum Scent – l’unico prodotto che mi ha lasciata veramente insoddisfatta. Lo trovo un profumo molto forte e decisamente mascolino, lontanissimo dalle fragranze fresche che ho indicato nel profilo come preferenza. Mini taglia da 5ml, il full size da 50ml costa 75€.
DECLEOR créme beauté de nuit – crema da notte rigenerante, adatta a tutti i tipi di pelle. Il brand mi è totalmente sconosciuto, quindi deduco si tratti di nuovo di un prodotto SPA. Mini taglia da 15ml, il full size da 50ml costa 49€.
NOUR Sapone di Aleppo – sapone naturale e biologico composto di soli grassi vegetali, che lenisce eczemi, desquamazioni e psoriasi. Full size del valore di 6.5€.
Dando una scorsa veloce ai prezzi e facendo un paio di conti, risulta evidente come si tratti una scatola molto generosa. Il problema è che, di nuovo, non si tratta di brand di lusso: Aquolina è disponibile in tutte le profumerie a prezzi irrisori e il sapone, scommetto, è venduto in farmacia come trattamento naturale per i disturbi della pelle; insomma, non è esattamente un prodotto cosmetico di interesse generale. E per la maggior parte si tratta di brand pressochè sconosciuti, mentre come ho già detto il mese scorso, preferirei mini taglie di prodotti conosciuti, del genere in vendita da Sephora e Rinascente, che magari non si ha il coraggio di provare perché il full size ha un prezzo proibitivo, o che, come OPI, sono disponibili solo online o in negozi specializzati che non tutti hanno vicino a casa. La personalizzazione è comprensibilmente solo all'inizio, visto che questa è la seconda scatola, ma spero che il Team cominci a studiare i profili più con più attenzione, soprattutto nell'interesse di chi come me, per esempio, non desidera provare prodotti SPA, ma vorrebbe ricevere principalmente solo smalti e makeup. Resto inoltre dell’idea – confermatissima da questa box – che i profumi siano un prodotto rischioso da aggiungere alla scatola: prima di tutto perchè si tratta di un prodotto legato ad un gusto personalissimo, quasi impossibile da azzeccare in questo tipo di distribuzione di massa; secondo poi, i profumi sono l’unico tipo di sample che si può ottenere in profumeria, senza fatica e gratuitamente – Sephora è addirittura attrezzata per farli sul momento -, quindi credo che Glossybox dovrebbe limitarsi ad aggiungerli alla scatola mensile solo come un extra, non come uno dei 5 sample previsti. I full size sono una sorpresa gradita, ma bisogna ricordarsi che si tratta di un servizio basato sulle mini taglie, quindi non aspettatevi questa generosità tutti i mesi.
La presenza di due prodotti makeup mi fa apprezzare questa box più di quella di Ottobre, ma non sono ancora colpita o lasciata senza parole. Ripongo le mie speranze nella box di Dicembre, che dovrebbe essere strabiliante, e che userò per decidere se mantenere o meno l’abbonamento per il nuovo anno. Caro GlossyTeam, vi sfido nuovamente a stupirmi.
Vi è piaciuta la box di questo mese?
***

After a little bit of troubles and some technical hitches, today Mr. Postman delivered the November Glossybox at my door – if you never heard about this box or want more information, you can check my post on the October box or your national Glossybox website.
This month we received 6 products, among them 3 full sizes: a biologic eyeshadow by Lakshmi in #12 – a lovely pewter with olive undertones and gold-bronze-ish shimmer -; a lipgloss by Nee makeup - that changes color depending on the person -; a yummy icy sugar-scented body milk by Aquolina; a night cream by Decléor; a completely natural bar of soap for sensitive skins by Nour; a fragrance by Costume National – my least favorite item in the box, too heavy and masculine for my liking.
I really appreciated the makeup products and I think it was a very generous box, but I’m definitely not wowed yet: too many niche products instead of luxury brands, something like the soap bar that isn’t very interesting and in general, not really products that I’ve been craving to try. Also, I’m still very doubtful about the fragrance thing: it’s a very risky product to add to the box – it’s too personal and so easy to mistake – and perfume samples are the easiest thing to get at Sephora’s and co., and for free. That’s why I believe the company should only add fragrances like an extra to the basic 5 products, like they did this month.
The song remains the same: I’d like to try something that it’s really hard to get a hold of here or that it’s normally too expensive to simply buy and try. I definitely like this Glossybox better than the first one but I’m still waiting for the box that will take my breath away, and I hope it will be the December one: it has to be fantastic, it’s Christmas box!
What do you think? Did you subscribe to your national Glossybox?

KIKO Peeling mask review

novembre 26, 2011

Last week I placed an order on kikocosmetics.com and, since they where so cheap, I threw one of the beauty masks from the new range in my cart too.I always liked to try a good mask to pamper myself during the weekend. My first choice is usually something hydrating, especially in the cold season, to give a boost to my sad dry skin. Anyways, since I can’t normally use face scrubs - that are a little too harsh for my liking -, now and then I enjoy a definitely gentler peeling mask.

This product claims to renew and improve complexion, encouraging cellular turnover after stripping your skin of dead cells. The skin grain should look compact and refined.
The application is very simple: after cleansing, apply an even layer of the mask to the face and neck, avoiding lips and eye area, and leave on for 10-15 minutes. The soft pink-ish white cream goes on smoothly and starts setting almost immediately. Once dry the mask starts pulling and you’re left with the feeling of petrified face, typical of clay masks.
The removal was my only issue. I may be biased but I kind of expect these peeling masks to be peel-off too – how choreographic would that be -, anyways the pellicle breaks at the smallest movement so it’s impossible to remove in one piece. For review purposes I tried to remove a little bit of mask with my fingers, just scratching it with my fingertips but it gets a little too painful, since the mask really clings to the skin and the fine hair on the cheeks and around the hair line. After the little test, I used a damp sponge and warm water and the product came off pretty easily. Afterward simply apply your regular moisturizer and you’re done.
The skin feels great, exfoliated and smooth to the touch – definitely not sore or irritated -, but it also looks very red; the redness doesn’t linger for long, but this mask is definitely something that you don’t want to use right before going out. I suggest you use it at night before bed, so the skin has all the time to recover and absorb the moisturizer and then you’ll be ready to put your makeup on in the morning.
The smell is clean and fresh, slightly floral, but once applied it doesn’t really smell of anything.
The range features other 5 masks, all very promising and tempting, to satisfy every skin type: Purifying, Hydrating, 3D Lifting, Anti-age and Calming.
Comes in a travel-friendly beige tube with a nice steady cap and it retails for 5.90€ for 55ml and it’s available in stores and online at kikocosmetics.com (the e-shop is now available for France, Italy, Spain and German).
Have you tried one of these masks yet? What do you use to pamper yourself on lazy weekends?
***
La scorsa settimana ho piazzato un ordine sul sito di KIKO makeup Milano e visto che costavano così poco, ho buttato nel carrello virtuale anche una delle nuove beauty masks.
Mi è sempre piaciuto provare nuove maschere per coccolarmi nei miei ‘weekend spa’ improvvisati; di solito la scelta ricade su maschere idratanti, soprattutto in inverno, per ricaricare la mia pelle secca e sofferente, ma visto che non posso utilizzare scrubs – che sono decisamente troppo aggressivi per i miei gusti -, di tanto in tanto mi piace utilizzare una più delicata maschera peeling.
Questo prodotto promette di rinnovare e sublimare l’incarnato, rendendo la pelle levigata e distesa dopo aver rimosso le cellule morte, favorendo così il ricambio cellulare.
L’applicazione è molto semplice: applicare uno strato coprente ed uniforme sulla pelle del viso e del collo precedentremente detersi, evitando le labbra e il contorno occhi, e lasciare in posa per 10-15 minuti. La crema rosa pallido si stende con facilità ed inizia ad asciugare quasi istantaneamente. Una volta asciutta comincia a tendersi, dando l’effetto ‘faccia pietrificata’ tipico delle maschere a base di argilla
La detersione è stato il mio unico problema – se così si può dire. Potrei sbagliarmi, ma mi aspettavo che una maschera peeling fosse anche peel-off - sarebbe senz’altro un plus coreografico -, comunque la pellicola si fessura al minimo movimento dei muscoli facciali ed è impossibile da rimuovere intera. Per questa review ho provato a rimuovere una piccola porzione di maschera a secco, sfregando con i polpastrelli ma in questo modo il procedimento diventa alquanto doloroso, visto che il prodotto aderisce saldamente alla pelle ed alla peluria sulle guance e vicino all’attaccatura dei capelli. Dopo il test, ho utilizzato una spugna umida e acqua calda e la pellicola è venuta via senza difficoltà. Tutto ciò che resta da fare è applicare il vostro idratante quotidiano e siete a posto.
La sensazione della pelle al tatto è stupenda, esfoliata e liscissima – decisamente non indolenzita od irritata -, ma è molto arrossata; il rossore non dura a lungo, ma certamente questa maschera non è da utilizzare appena prima di uscire. Suggerisco di usarla alla sera prima di dormire, di modo che la pelle abbia tutto il tempo di riassestarsi ed assorbire l’idratante, e al mattino sarete subito pronte per il makeup.
Il profumo è fresco e pulito, leggermente floreale, ma una volta applicata la machera risulta priva di profumazione.
La linea conta altre 5 maschere, tutte molto promettenti e interessanti, per soddisfare ogni tipo di pelle: Purificante, Idratante, effetto Lifting, Anti-età e Calmante.
La confezione è piccola e compatta, con un tappo molto solido, costa 5.90€ per 55ml ed è disponibile nei negozi KIKO e online su kikocosmetics.com (che tra l’altro consiglio visto che la spedizione via corriere è molto veloce, gratuita per le nuove iscritte e gratis dopo i 45€ di spesa).
Avete già provato una di queste maschere? Cosa fate per coccolarvi durante il weekend?